Screencast: spiegare per immagini con video divertenti

Pubblicato: 12 aprile 2012 in Web e dintorni
Tag:,

Screencast e video editing

A volte le parole non sono sufficienti. Che tu sia conciso o prodigo di spiegazioni, il tuo interlocutore potrebbe non cogliere subito il messaggio. E, in certi contesti, il tempo è denaro. Quante volte ci sono capitati tra le mani incomprensibili manuali d’istruzione per linstallazione di un apparecchio elettronico, o di un software per il pc, e di non aver cavato un ragno dal buco?

Anche i più secchioni – e non soltanto i caproni – ricorderanno che a scuola le ore di lezione più piacevoli erano le proiezioni di film e documentari. Oltre a non fissare una lavagna triste con schemi, formule e numeri, era obiettivamente utile apprendere dalle immagini, anziché da infiniti capitoli di un libro.

Una spiegazione video rende immediato ciò che non lo è. Mi è capitato, ad esempio, di insegnare a dei colleghi  il funzionamento di una piattaforma web. Scartata a priori l’ipotesi di scrivere un trattato d’antropologia informatichese, ho avuto l’idea di creare uno screencast. Lo screencast è uno strumento versatile per la sua funzione didattica, ed è possibile crearne uno in pochi minuti.

Tramite appositi software per screencast, registri tutto ciò che passa sullo schermo del pc, e inserisci nel video una traccia audio con la tua voce. Il software che io ho utilizzato è Camtasia Studio della Techsmith. Si tratta di un software a pagamento, disponibile in licenza single-user o multi-user, ma la casa madre rilascia anche una versione download 30 days-trial (sia per Windows che per Mac). Non è  l’unico software per screencast disponibile, sul web puoi trovarne molti altri validi e con parecchie funzionalità.

Effettuato il download e l’installazione sul tuo pc, Camtasia è pronto a dare fondo alla tua creatività!  Non mi dilungherò nello spiegarti per filo e per segno tutte le funzionalità: su youtube infatti è facile reperire dei video realizzati con Camtasia stesso, che in pochi passaggi mostrano le funzionalità offerte.

Cerco di riepilogarti qui di seguito quelli che io reputo i punti di forza di un software per screencast come Camtasia.

1# Perfetta sinergia con Microsoft Powerpoint

Completata l’installazione, all’avvio di Powerpoint visualizzerai una nuova barra degli strumenti. I due software lavorano in maniera davvero scorrevole: oltre ad aggiungere tracce audio e video, puoi visualizzare all’interno dello screencast l’immagine della tua webcam, per dare il tuo tocco personale.

2# Opzioni di registrazione

Puoi regolare le impostazioni audio del microfono, modificarle in fase di editing, tagliare e splittare la registrazione per inserire effetti video e transizioni, scegliere le dimensioni e il formato più adatto alla condivisione del video su piattaforme web, e non solo.

3# Personalizzazione e ottimizzazione

Camtasia ti consente di migliorare la traccia audio attraverso la rimozione del rumore di sottofondo, di aggiungere effetti sonori e visivi – zoom, highlights, puntatori, suoni, musica -, di separare sulla timeline la traccia video da quella audio e modificarle in un secondo momento, nel caso in cui alla prima registrazione la tua voce sembri quella di un cavernicolo! 😉

4# Il progetto sempre sotto controllo

Puoi tornare a distanza di tempo a modificare uno screencast, o a prelevarne una parte, o un particolare effetto. Con Camtasia infatti salvi lo screencast come file di progetto (con estensione .camproj) e aggiungi e togli a tuo piacimento elementi sulla sequenza temporale, ottenendo come output filmati di diverso formato e dimensione (mp4, avi, wmv ecc.)

CONCLUSIONI

Anche tu sei in grado di utilizzare un software come questo, fidati! Non è nulla di eccessivamente complicato. Avrai bisogno di prendere confidenza con l‘interfaccia e le tante funzionalità. In breve tempo – e te lo dico per esperienza personale – saprai creare screencast divertenti, da inserire in pochi minuti su youtube o da mettere a disposizione alle persone con cui collabori quotidianamente!

Advertisements
commenti
  1. Bello, mi son sempre domandato con che strumenti creassero gli screencast 🙂

    • Io mi ci son trovato davvero bene con Camtasia, puoi creare video professionali così come montaggio di più estratti, ad esempio spezzoni di telefilm. E’ vero che dopo 30 giorni ti scade il trial, ma si sa che sul web ci son tanti modi per continuare ad utilizzare questi software in maniera gratuita.. 😉

  2. Gaetan scrive:

    Ci sono software opensource gratuiti altrimenti sono del parere che dovremmo comprare i software ben fatti.

    • foxykid83 scrive:

      Ciao Gae, grazie del commento innanzitutto. 😉
      Sono convinto che sul web si trovino ottime soluzioni opensource, customizzabili sulla base di una particolare esigenza, ed una di queste (Osticket) la conosciamo bene! Inoltre le community di sviluppatori creano molti miglioramenti sul prodotto.
      Ho semplicemente preferito parlare di un prodotto che conosco bene, perché mi ci sono sporcato le mani. 😀
      In generale comunque, i risultati che si ottengono con uno screencast sono sempre davvero interessanti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...